Bet365 scommesse online

Bet365 scommesseBrianna Rollins ha alzato le braccia nella notte di Rio mentre attraversava il traguardo per conquistare la medaglia d’oro nei 100 ostacoli con i compagni di squadra americani Nia Ali e Kristi Castlin in mezzo al gruppo in stretta inseguimento. Qualche istante dopo arrivò il ruggito dalla folla dello Stadio Olimpico mentre i risultati lampeggiavano Bet365 scommesse sul tabellone: un 1-2-3 per gli Stati Uniti.

Ha segnato il primo passaggio di qualsiasi paese nella storia del 100m ostacoli, il primo da donne americane in ogni caso – e solo il settimo in assoluto in atletica generale.

Rollins è esploso dai blocchi, si è rotto presto e non è mai stato seriamente messo in discussione nel postare un tempo di 12.48 secondi, con Ali che prende l’argento in 12.59. Castlin arrivò da dietro e si appoggiò al traguardo per pungere la Cindy Ofili della Gran Bretagna per il bronzo nel 12.61.In seguito il trio, tutti i debuttanti olimpici, si è abbracciato prima di Bet365 scommesse drappeggiarsi con le bandiere americane consegnate dagli spalti.

Il quarto titolo olimpico che ha esteso il record degli Stati Uniti nell’evento – e prima da Dawn Harper nel 2008 – Ha portato una serata movimentata per gli americani in pista con Tianna Bartoletta e Brittney Reese che hanno preso rispettivamente oro e argento nel salto in lungo e Tori Bowie che ha vinto il bronzo nei 200 metri. Facebook Twitter Pinterest Brianna Rollins, a destra, taglia la linea per prima, con Kristi Castlin che prende il bronzo.

“Non posso onestamente ricordare la gara, davvero”, ha detto Rollins. “So che ho incontrato parecchi ostacoli, ma non ho lasciato che mi rovinasse la calma.Sono stato in grado di continuare a concentrarmi e assicurarmi di superare quella linea, assicurandomi di aver visto il mio nome in cima a quella scacchiera. Sono così felice che Dio sia stato in grado di Bet365 scommesse guidarmi attraverso quella razza. Non potrei essere più felice. ”

Tutti e tre sono stati tratti da un pool di talenti che è tra i più profondi dello sport. Sette delle donne sulla linea di partenza delle prove americane del mese scorso sono state classificate tra le prime 10 in tutto il mondo, con cinque americani che si sono combinati per pubblicare gli 11 più veloci della stagione. Quando Rollins, Ali e Castlin si sono assicurati i tre punti assegnati al Team USA, quelli rimasti hanno incluso Keni Harrison, che è entrato con i quattro tempi più veloci del mondo quest’anno – tra cui un 12.24 al mondo migliore.Facebook Twitter Pinterest La Giamaica e gli Stati Uniti dominano la pista di Rio

“Vanno solo a mostrarvi quanto è buono il Bet365 scommesse nostro campo”, ha dichiarato il 25enne Rollins. “Qualcuno di quelle donne alle prove avrebbe potuto essere quassù e salire sul podio, ma siamo stati in grado di venire qui e raggiungere i nostri obiettivi e abbiamo fatto il meglio che potevamo.Sono così grato a Dio che siamo stati in grado di farlo. ”

La strada per il podio è stata ancora più straordinaria per Ali, che ha cullato il figlio di 15 mesi Titus Tinsley dopo aver conquistato l’argento . “Non si ricorderà di questo, ma vedrà le foto e vedrà che puoi fare tutto ciò a cui pensi”, ha detto. “Sapevo che sarebbe stata dura la medaglia.”

Più tardi, durante la conferenza stampa post-gara, Ali ha approfondito il suo viaggio dalla maternità alla medaglia d’argento.

“I sapeva che sarebbe stata una strada difficile, “ha detto il nativo di 27 anni di Philadelphia. “Vedo molte madri qui fuori ogni giorno e lottano solo per riprendersi il loro corpo o apprezzarsi di nuovo solo perché si sentono così diversi e sembrano così diversi.Quindi sono felice di essere riuscito a tornare così velocemente e mostrare alla gente che non solo posso Bet365 scommessemettermi in forma, ma posso tornare alle prestazioni di livello mondiale. “Simone Biles e i suoi compagni di squadra sono le Olimpiadi #BlackGirlMagic di cui abbiamo bisogno ora | Carol H Hood Per saperne di più

Se c’era una nota negativa per la squadra statunitense in una notte che ha visto la loro totalizzazione totale delle medaglie a 19, è stato il fallimento di Justin Gatlin a qualificarsi per la finale dei 200m di giovedì sera.Un infortunio alla caviglia destra persistente da inizio anno si è irrigidito quando il tempo di avvio si avvicinava e si è concluso terzo nella sua semifinale con un tempo di 20.13.

Ma anche Gatlin è stato ridotto ad un fanboy dopo guardando il berretto da notte dominante degli hurdlers.

“Solitamente quel genere di cose accade solo a livello collegiale”, ha detto. “Ma le nostre signore hanno fatto un lavoro eccezionale per venire qui sul più grande palcoscenico possibile e all’altezza della situazione, come compatrioti, compagni di squadra e compagni di allenamento, ed essere in grado di incontrare la linea 1-2-3”.

Castlin messo a segno lo sweep storia-making come un altro trionfo per il movimento #BlackGirlMagic che ha preso piede in queste Olimpiadi, uno slogan che ha solo preso slancio dal run imperioso di Simone Biles attraverso il concorso di ginnastica e individuale storia-making di Simone Manuel oro in piscina.

“Penso che sia semplicemente molto bello essere parte di questo momento magico di tutta la ragazza nera”, ha detto Castlin, che ha dedicato la sua medaglia alle vittime della violenza armata. “In realtà siamo entrati in questo non come individui ma come una squadra.Lavoriamo insieme, preghiamo insieme ed è così che abbiamo fatto questo lavoro. La prima spazzata americana nella storia americana delle donne.

“Ci fa piacere essere storici, trendsetter, mamme, figlie, in realtà stiamo solo superando e semplicemente facendo un ottimo lavoro e rappresentando bene il nostro Paese.” RioRun